loader

Si può partecipare al progetto Livornine 2030 in tre modalità

Rete Livornese per l’Innovazione (RLI)

È una rete aperta a tutti coloro che vogliono concorrere a diffondere la cultura dell’innovazione a Livorno.

Possono partecipare Imprese, Scuole, Enti pubblici e privati, Università e centri di ricerca, Enti del Terzo settore, Creativi ed innovatori che si riconoscono nel Manifesto per l’Innovazione dell’Imprenditorialità Urbana.

Polo Livornese per l’Innovazione Urbana (PIUL)

È una rete più formalizzata, alla quale si aderisce attraverso la sottoscrizione di protocollo (in corso di definizione, poi link), che costituisce il nucleo del “Polo di Innovazione Urbana Livornese – PIUL”, il Polo diffuso, virtuale fino alla conclusione dei lavori di ristrutturazione dei Vecchi Macelli; a questa rete aderiscono innanzitutto chi chiede di fruire dei servizi garantiti dal Soggetto Animatore e tutti coloro che decidono di impegnarsi, anche attraverso l’apporto di lavoro, servizi o risorse finanziarie, per realizzare gli obiettivi strategici definiti nello SdF, associandosi all’azione dell’Amministrazione Comunale e del Soggetto animatore.

Rete degli Ambasciatori Livornesi nel mondo (REALM)

È la rete di tutte le persone legate a Livorno (livornesi e non) che vivono all’estero o in altre regioni italiane e desiderano contribuire alla sua crescita economica, sociale e culturale facendola conoscere, promuovendone la bellezza e l’unicità, contribuendo a portare turisti e investimenti.

Attualmente è costituita da 36 persone (imprenditori, manager, ricercatori, artisti, etc.) che hanno manifestato nel 2018 interesse e disponibilità a far parte della rete.

Il modello è quello della città di Lione che ha costruito negli ultimi anni una rete di oltre 30 mila “ambasciatori” nel mondo, potente strumento di marketing territoriale.

Hidden Header

Apri chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao,
Come possiamo aiutarti?